RUMMO al BANCARELLA DELLA CUCINA 2012

La filosofia che sottende al restyling del logo e del packaging della pasta Rummo Lenta Lavorazione®, e della relativa compagna di comunicazione a sostegno del brand, è alla base della scelta della famiglia Rummo di sostenere il Premio Bancarella della Cucina 2012. Giunto alla settima edizione ha l’obiettivo di dare dignità letteraria anche ai libri di cucina essendo nato a latere di uno dei più prestigiosi premi letterari italiani, conosciuto anche come “premio dei librai”, nato sessant’anni fa a Pontremoli e ancora oggi punto di riferimento culturale. 

La nuova veste grafica dal gusto retrò, che rilegge attraverso testi e illustrazioni realizzate a mano il passato in chiave contemporanea, è accompagnata da una campagna basata sullo storytelling, metodologia che facendo leva sulla forza evocativa della parola riesce a trasmettere efficacemente i valori dell’azienda e ad ispirare e far sognare chi legge. 

Da qui nasce l’idea di sostenere un premio letterario come il Bancarella della Cucina dal quale sono esclusi i ricettari, semplici descrizioni della preparazione di un piatto, e sono invece premiati i libri che parlano del cibo trattandolo come fulcro di una narrazione.  

Il coinvolgimento del pastificio beneventano si concretizza nello speciale riconoscimento per il vincitore del premio ovvero la fornitura di pasta per un anno che sarà annunciato la sera di venerdì 20 luglio 2012 a Pontremoli. La serata è però preceduta lo stesso giorno da un pranzo alla Locanda del Sole di Ameglia (SP), dove finalisti e giurati potranno degustare i Fusillotti RUMMO Lenta Lavorazione® cucinati secondo una ricetta del noto chef Angelo Paracucchi celebrato con il PREMIO ANGELO PARACUCCHI, che quest’anno va a "Cronache Golose" di Marco Bolasco e Marco Trabucco, Slow Food editore. 


A tavola nel Risorgimento di Elma Schena e Adriano Ravera il vincitore del Premio Bancarella Cucina 2012.